2020 – a mia difesa

E finalmente quest'anno se ne va, poche ore ancora  - il tempo degli ultimi danni, che so... un terremoto in Croazia, qualche altro migliaio di positivi al Covid con il relativo carico di decessi... -  e l'anno peggiore del secolo si farà da parte. Mi chiedevo: ma se la guardiamo dalla parte del 2020... è... Continue Reading →

Giorno 54 – 3 Maggio

ore 16.30 Ultimo post. Domani si riaprono, se pur parzialmente, i battenti. Questa rubrica, che mi ha riempito le giornate, vede la fine con questo articolo. La casa non sarà più chiusa. Si riapre, dall’inverno semo fora. Per me è tempo di un primo bilancio: facile, so che diversi di voi lo stanno pensando, indugiare... Continue Reading →

Giorno 54 – 2 Maggio

ore 17.00 Meno due giorni alla fase 2. Le grandi aziende si stanno riorganizzando, distanza tra le scrivanie misurata, maniglie dei bagni sostituite acciocchè si riesca ad aprile senza usare le mani. Disponibilità di detegergenti e disinfettanti. Turni di presenza. Molti sono obblighi derivanti dalle condizioni contenute nei decreti del Governo per la riapertura, altre... Continue Reading →

Giorno 53 – Primo Maggio

ore 16.00 Mezzanotte e undici minuti, tecnicamente era già primo Maggio. Di ritorno dal cinema 😊 ho visto un messaggio sulla chat Fratelli y Cognatos che ci unisce virtualmente ai fratelli di Alessandra. Il mio pusher di Prosecco,  l’ottimo Carlo Besazza di Mestre, e Annabella, cognati e amici, mi suggerivano uno spunto per il diario... Continue Reading →

Giorno 52 – 30 Aprile

ore 12.30 Stamattina abbiamo toccato con mano la fragilità dell’esistenza. Viviamo in un piccolo condominio, fatto di appartamenti con un piccolo giardino, collegati tra loro da un vialetto pedonale a forma di ferro di cavallo. Gli appartamenti formano cosi una schiera, attaccati l’uno all’altro. Si sviluppano in altezza, abbiamo tutti le camere da letto al... Continue Reading →

Giorno 51 – 29 Aprile

Ore 17.30 Stamattina leggevo il post dell’ottimo Marco Proietti Mancini (scrittore sorprendente, seguitelo) che, con la solita dissacrante ironia, ha riassunto in qualche riga la schizofrenia che ha colpito la gente italica. Tutto e il suo contrario, fazioni schierate che si cambiano di posizione in un attimo, giusto il tempo di aggiustarsi la mascherina. Di... Continue Reading →

Giorno 50 – 28 Aprile

ore 16.00 Oggi, 28 Aprile, è il cinquantesimo giorno di quarantena. O meglio di distanzamento sociale. O forse di chiusura collettiva. Cinquanta sfumature di casa. Dai social, dai diari come il mio, sappiamo tutto degli altri. Una sorta di vouyerismo telematico, guardoni al tempo del Corona Virus. A questa orgia asessuata di informazioni manca l’aspetto... Continue Reading →

Giorno 49 – 27 Aprile

ore 12.30 Ieri sera conferenza stampa di Conte, la fase due si avvicina e io, personalmente, mica ho capito tanto bene cosa si potrà fare. E soprattutto, cosa sarà opportuno fare. A sentire i commentatori politici sembra che il provvedimento illustrato ieri non sia molto chiaro. Cosa tecnicamente siano i congiunti con i quali ci... Continue Reading →

Giorno 48 – 26 Aprile

ore 13.00 Ieri passeggiata intorno casa, ci siamo concessi una uscita a distanza controllata. Abitiamo fuori dal centro urbano, a pochi passi dal lago, tra la via Appia e CastelGandolfo. Tanto verde intorno e un arcobaleno naturale di colori dei vari fiori che stanno esplodendo la loro vitalità proprio in questi giorni. Le traverse che... Continue Reading →

Giorno 47 – 25 Aprile

ore 12.00 Sole, oggi è struggente la voglia di normalità, quella di una prima passeggiata al mare, a cacciare l’umido dell’inverno. Con questi venti gradi e con il fatto che è Sabato, le seconde case sarebbero state piene e gli stabilimenti avrebbero registrato i primi clienti fuori stagione. Avremmo fatto le prime foto con i... Continue Reading →

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑