Giorno 35 – 13 Aprile

ore 18.00

Pasquetta, come da tradizione abbiamo fatto una gita fuori porta. Letteralmente, eravamo fuori della porta di casa, nel nostro spicchio di aria aperta. Certo, non aveva il sapore del plaid steso al sole e delle prime formiche. Non il sapore della pizza di Francesco e Stefania al terreno di Santa Lucia di Mentana, non quello della porchetta calda mangiata all’ombra degli alberi della Selvotta, ad Ariccia. Era meno ventosa della Pasquetta al mare lo scorso anno, e meno bagnata. Meno cantata dei bivacchi con gli amici dei nostri vent’anni, meno ricca di reginelle a Sulmona da Emanuele e Teresa. Non per questo meno ricca di calorie, che l’unione salsiccia pancetta e arrosticini sul barbeque – pur problematico, a volte la cottura è più lenta del previsto – ci ha donato grassi saturi che stasera doppia razione di statine. Come da tradizione abbiamo finito tardi di mangiare. In tempo per iniziare ad impastare i biscotti per il cookie challenge del gruppo scout. Mentre scrivo Lorenzo ed Alessandra sono impegnati nell’autoproduzione di biscotti di ogni forma e colore. Tanti altri ragazzi e famiglie stanno facendo lo stesso, siamo vicini e impariamo facendo anche se siamo distanti.

Come da tradizione, se pur migliore degli ultimi anni, è stato il tempo. Incerto, non ha deciso se virare al brutto ma non era specchiato come nei giorni scorsi. Tutto sommato quest’anno – vista la vicinanza con casa – non ha rotto troppo le scatole. Ma si può fare di meglio. Di molto meglio. Lo scorso anno eravamo al mare e il tempo era orribile. Pioggia e vento, freddo. Abbiamo pranzato sotto la veranda di un piccolo stabilimento. Con Alessandra, coraggiosamente, provammo anche a fare due passi sul bagnasciuga. Rischiammo di annegare, le onde sembravano uno tzunami. Quest’anno meglio, certo. Chissà se e quando potremo tornare al mare. Quella spiaggia è la stessa dove passiamo, da anni, parte delle nostre vacanze estive. Nulla di speciale, molto familiare. Affittiamo sempre lo stesso appartamento. Balcone che da sulla spiaggia, tramonti bellissimi col sole che si tuffa nel Tirreno, colazioni davanti al mare. Rumore perenne del mare come sottofondo.  Non sono le Maldive, ne Is Molentis, ma i nostri figli, di qualsiasi età, godono della libertà estiva. Ci chiediamo se quest’anno – se permarranno le misure legate al distanziamento sociale – giocheranno sulla spiaggia le interminabili partite delle otto di sera, o se potranno andare in giro con la loro comitiva di coetanei, ad infrangere divieti.

Divieti che continuano ad essere vigenti, almeno fino al 3 Maggio. Tra gli effetti più evidenti c’è quello legato ai capelli. Detto dei tagli casalinghi (ne so qualcosa, grazie Andrea) dopo più di un mese di chiusura forzata, cambia di parecchio il look medio della donna (e di qualche uomo). Al peggioramento del taglio, comune a tutti, aggiungono la questione colore. Molte donne, sia giovani che meno, tingono i propri capelli, alla ricerca di quella tonalità che le soddisfa maggiormente davanti allo specchio. Trovata la quale tendono a perpertuarla, anche quando l’età raccomanderebbe delle tinte diverse, più naturali. In questi giorni si incontrano ricrescite poderose, capigliature grigie dove prima regnava un corvino intenso. Bionde da sempre che tornano al loro castano, impossibilitate a contrastare il fenomeno. Viva i capelli grigi, sale e pepe, brizzolati. E’ la nostra esperienza che è colorata, di passioni, di desideri, delle nostre storie. Colorate la vita, lasciate i capelli in bianco e nero.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: