Giorno 44 – 22 Aprile

ore 16.00

Mercoledì piovoso, sembra che nuvole e acqua ci accompagneranno tutta la settimana. Ne saranno felici i campi, ha piovuto poco nelle ultime settimane. Nel nostro piccolo ne godranno le piante nel giardinetto. Il limone ha le foglie cariche d’acqua, pesanti. La rosa ha due boccioli che spiccano verso l’alto, gonfi di vita, aspettano solo un po’ di sole in più per esplodere, rosse e regali come solo le rose sanno essere. L’acero ha letteralmente inondato di verde il nostro piccolo giardino, qui sotto potete vedere le differenze nella chioma, solo 20 giorni di differenza. La natura fa cosi, ti distrai un attimo e trovi tutto fiorito. Smetti qualche giorno di inquinare e ti ritrovi le meduse a nuotare placide nei canali di Venezia, limpidi che sembrano i cristalli di Burano.

acero1

20200330_135022520960172006522043.jpg

Se ti distrai un attimo dentro casa, invece, ti ritrovi a combattere un nemico ostinato, continuo e odioso. La polvere. Oggi ho deciso di darle la caccia, ovunque si trovi. Una lotta senza quartiere, nella quale l’unico successo possibile è temporaneo. Oggi la cacci, catturata a forza di piumino, domani te la ritrovi, immobile, allo stesso posto. Allora ti armi di straccio e spray per la cattura, il risultato è migliore, le superfici, finalmente liberate dall’invasore, brillano la loro contentezza. Ti godi per un attimo il successo, il tempo di guardarti intorno, soddisfatto, e già ti accorgi che sta tornando, lenta ma inesorabile. Ma te non ti arrendi, in una escalation militare prendi dal ripostiglio l’aspirapolvere. Con cruda ferocia lo armi alla massima potenza, divani , cuscini e tappeti aspirati con una pianificazione degna di miglior causa. E’ fatta. Hai vinto. Ti siedi, i soprammobili adoranti inneggiano il tuo nome. Le cornici proiettano le foto al loro interno con una nuova e migliore profondità di colori. Ti volti verso la finestra e li – in quel momento – realizzi, nella luce che filtra all’interno, che la polvere sta già riorganizzando le proprie fila, con quell’apparente disordine che i guerriglieri di mezzo mondo hanno utiizzato per attaccare i loro nemici più organizzati. Per avere successo nella vita bisogna avere talento, certo, ma anche la stessa fredda determinazione della polvere. La capacità di insistere, di essere li, sempre.

Intanto ci si prepara con crescente entusiasmo alla riapertura. Tra qualche giorno, al massimo sembra si tratti del quattro Maggio, torneremo, come in un giro del tabellone del monopoli, a poter fare delle cose che subito dopo l’inizio di questa anomala quarantena, erano state vietate. Passeggiate vicino casa, i runner potranno finalmente dare sfogo ai propri sogni olimpici, Lorenzo – forse – potrà andare nel giardinetto vicino casa a scambiare pallonate con qualche amichetto. Il tutto senza assembramenti, coperti con delle mascherine e rispettando le disposizioni circa la distanza minima da osservare. Mi chiedo se gli amanti separati da quasi due mesi avranno la forza di stare vicini ma distanti, o se invece baci e carezze tradiranno il decreto ministeriale. Vostro Onore! Più delle raccomandazioni del Organizzazione Mondiale della Sanità potè la voglia di un abbraccio, più del Decreto del Presidente potè il bacio di mammà. Mi chiedo anche se torneranno i delatori da finestra, quelli che chiamavano i Carabinieri al primo corridore sotto casa. Presto! Si stanno baciando sotto il portone! Come dice? La mascherina? No che non la portano, come potrebbero? Amanti, portate pazienza, perchè, come diceva De Andrè:

Si sa che la gente dà buoni consigli, sentendosi come Gesù nel tempio. Si sa che la gente dà buoni consigli, se non può più dare cattivo esempio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: